Sentiamo spesso da genitori addestrati ad applicare il Metodo omonimo per le scuole primarie che è impossibile applicare il metodo Montessori con i propri figli, perchè si crea il caos! Tutto molto normale.  Qui ci sono alcuni consigli per evitare problemi.


1. Nella stanza del bambino mettete un paio di mensole basse ben fissate - potrebbe arrampicarcisi. Su ciascuna mensola, mettete qualche libro, uno o due soprammobili ingombranti e qualche giocattolo.  
2. Se avete allestito un ambiente Montessori in casa, invece, togliete le mensole. Se mettete delle mensole in stile classe montessoriana, state pur sicuri che tutto il materiale finirà per terra. E' già successo? Non c'è bisogno di rimproverare il bambino, semplicemente togliete il materiale dal pavimento quando lui non c'è. Poi ripresentategli alcuni pezzi del materiale - potete spostare le mensole più in alto, così la stanza non sembrerà vuota.
3. I bambini da 3 a 6 anni sono troppo piccoli per imparare a lavorare con gli appositi tappeti. Prendete un tappeto grande (magari sottile) da mettere al centro della stanza.
4. Mettete degli oggetti da esplorare in una bella scatola, o in un cesto. Per adesso, radunate pochi oggetti più piccoli, che possano suscitare il suo interesse, in questa scatola. Quando il bambino diventerà più grande, potrete crearne un'altra con altri oggetti più grandi.
5. Mettete i blocchi in una scatola grande. La scatola dovrebbe essere grande abbastanza per contenere tutti i blocchi, così il bambino non deve faticare a capire come metterli dentro per riporli.
6. Assicuratevi che sia semplice riporre gli oggetti e raggrupparli per tipologia. I libri sulla libreria, i giochi sullo scaffale dei giochi, il materiale da imbucare sullo scaffale omonimo e così via.
7. Tenete sgombro il pavimento! Il vostro bambino dovrebbe riuscire a gattonare per la stanza, rotolare, buttare giù i blocchi, quello che vuole, senza rompere niente nè far andare niente sotto i mobili.